Corsi per OSS (operatore socio sanitario) ?>

Corsi per OSS (operatore socio sanitario)

Una delle attività che garantisce maggiore facilità di impiego, anche in un momento di crisi, è sicuramente rappresentato dall’operatore socio sanitario (OSS), che rappresenta una figura lavorativa di prima importanza nell’assistenza degli anziani e dei bambini in difficoltà, sia a livello ospedaliero che soprattutto a livello domiciliare. Ma come poter intraprendere questa carriera? Secondo una precisa normativa si diventa OSS grazie alla partecipazione a corsi appositamente creati, della durata di 1000 ore, ed organizzati da vari enti pubblici o privati.

Proprio questa pluralità di corsi per OSS rappresenta sia un aspetto positivo che allo stesso tempo negativo, poiché se da una parte permette un’ampia scelta del tipo di corso desiderato (con grandi differenze per quanto riguarda il prezzo, gli argomenti trattati, il tirocinio, l’appoggio ad enti od ospedali) dall’altro rischia di saturare un mercato molto particolare come questo, e di diminuirne il livello di specializzazione in un ambito delicato come quello sanitario ed in particolare dell’assistenza.

Nel particolare i migliori corsi per operatore socio sanitario dovranno garantire un certo equilibrio fra le ore dedicate all’insegnamento teorico con quelle di tirocinio pratico, e fornire informazioni sui vari ambiti principali con i quali ci si ritroverà ad interfacciarsi (come quello legislativo, psicologico ed assistenziale, sanitario ed igenico e tecnico). Per un approccio un po più specifico, vediamo che tra le materie più importanti trattate nei corsi per OSS troviamo le tecniche infermieristiche di base comprese quelle di primo soccorso e di medicina generale, geriatria e psichiatria, tecniche d’animazione, basi di psicologia, alfabetizzazione informatica e molto altro.

Tutti questi aspetti dei corsi per operatori sanitari collaborano ad una corretta formazione del personale che a una importanza peculiare a livello sanitario fungendo in molti casi da collegamento fra la struttura sanitaria nazionale ed i pazienti sul territorio, garantendo così un’assistenza ed, in alcune situazioni, addirittura la copertura dei bisogni primari di anziani, disabili e non solo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

* Copy this password:

* Type or paste password here:

852 Spam Comments Blocked so far by Spam Free Wordpress